Lung Unit
Tumore Uroteliale
Tumori testa-collo
Tumore rene

Analisi del DNA del virus Epstein-Barr nel plasma per lo screening del tumore rinofaringeo


Il DNA del virus Epstein-Barr ( EBV ) circolante è un biomarcatore per il carcinoma rinofaringeo.
È stato condotto uno studio prospettico per indagare se il DNA del virus EBV nei campioni di plasma sia utile per lo screening del carcinoma rinofaringeo precoce in soggetti asintomatici.

È stato analizzato il DNA di EBV in campioni di plasma per fare lo screening dei soggetti che non presentavano sintomi di carcinoma rinofaringeo.
Le persone con risultati inizialmente positivi sono stati ritestati circa 4 settimane dopo e quelli con DNA di EBV persistentemente positivo nel plasma sono stati sottoposti a esame endoscopico nasale e risonanza magnetica per immagine ( MRI ).

In totale 20.174 partecipanti sono stati sottoposti a screening.

Il DNA di EBV è risultato rilevabile in campioni di plasma ottenuti da 1.112 partecipanti ( 5.5% ) e 309 ( 1.5% di tutti i partecipanti e 27.8% di quelli che inizialmente erano risultati positivi ) presentavano risultati persistentemente positivi sul campione ripetuto.

Tra questi 309 partecipanti, 300 sono stati sottoposti a esame endoscopico e 275 sono stati sottoposti a esame endoscopico e a risonanza magnetica; di questi partecipanti, 34 avevano carcinoma rinofaringeo.

Una percentuale significativamente maggiore di partecipanti con carcinoma rinofaringeo identificato dallo screening presentava una malattia dello stadio I o II rispetto a una coorte storica ( 71% vs 20%, P minore di 0.001 per il test del chi quadro ) e aveva una sopravvivenza libera da progressione superiore a 3 anni ( 97% vs 70%, hazard ratio, HR=0.10 ).

9 partecipanti hanno rifiutato di sottoporsi a ulteriori test, e 1 di loro ha presentato carcinoma rinofaringeo in fase avanzata 32 mesi dopo l'arruolamento.
Il carcinoma rinofaringeo si è sviluppato in 1 solo partecipante con DNA di EBV negativo nei campioni di plasma entro 1 anno dopo il test.
La sensibilità e la specificità di DNA EBV nei campioni di plasma nello screening per carcinoma rinofaringeo sono state, rispettivamente, del 97.1% e del 98.6%.

In conclusione, l'analisi del DNA del virus di Epstein-Barr nei campioni di plasma è stata utile per lo screening del carcinoma rinofaringeo precoce asintomatico.
Il carcinoma rinofaringeo è stato rilevato, significativamente, in fase precoce, e gli esiti sono stati migliori nei soggetti identificati mediante screening rispetto a quelli in una coorte storica. ( Xagena2017 )

Chan KCA et al, N Engl J Med 2017; 377: 513-522

Inf2017 Med2017 Diagno2017



Indietro