Roche Oncologia
Oncologia Morabito
Cortinovis SCLC 2021
Tumore prostata

Bevacizumab nei bambini con glioma di alto grado con diagnosi recente


Bevacizumab ( Avastin; BEV ) è approvato in più di 60 Paesi per l'uso negli adulti con glioblastoma ricorrente.
È stata valutata l'aggiunta di Bevacizumab alla radioterapia più Temozolomide [ Temodal ] ( RT + TMZ ) in pazienti pediatrici con glioma di nuova diagnosi di alto grado ( HGG ).

Lo studio randomizzato, a gruppi paralleli, in aperto, HERBY, ha arruolato pazienti di età uguale o superiore a 3 anni fino a 18 anni con glioma ad alto grado localizzato, confermato dalla revisione neuropatologica centralizzata, non-del-tronco cerebrale.

I pazienti eleggibili sono stati assegnati in modo casuale a ricevere radioterapia più Temozolomide ( radioterapia: 1.8 Gy, 5 giorni alla settimana e Temozolomide: 75 mg/m2 al giorno per 6 settimane; interruzione del trattamento di 4 settimane; quindi fino a 12 cicli x 28 giorni di Temozolomide: ciclo 1: 150 mg/m2 al giorno, giorni da 1 a 5; cicli da 2 a 12: 200 mg/m2 al giorno, giorni da 1 a 5 ) con o senza Bevacizumab ( 10 mg/kg ogni 2 settimane ).

L'endpoint primario era la sopravvivenza libera da eventi ( EFS ).

Sono stati riportati i risultati di sopravvivenza libera da eventi a 12 mesi dopo l'arruolamento dell'ultimo paziente.

Sono stati arruolati 121 pazienti ( RT + TMZ n=59; BEV + RT + TMZ n=62 ).

La sopravvivenza mediana libera da eventi valutata per la revisione radiologica centrale non è cambiata significativamente tra i gruppi di trattamento ( RT + TMZ, 11.8 mesi; BEV più RT + TMZ, 8.2 mesi; hazard ratio, 1.44; P=0.13 ).

Nell'analisi di sopravvivenza globale, l'aggiunta di Bevacizumab non ha ridotto il rischio di morte ( hazard ratio, HR=1.23 ).

Più pazienti nel gruppo BEV + RT + TMZ rispetto al gruppo RT + TMZ hanno avuto uno o più eventi avversi gravi ( n=35, 58%, vs n=27, 48% ) e più pazienti che hanno ricevuto BEV hanno interrotto il trattamento di studio a seguito di eventi avversi ( n=13, 22%, vs n=3, 5% ).

In conclusione, l'aggiunta di Bevacizumab a radioterapia più Temozolomide non ha migliorato la sopravvivenza libera da eventi nei pazienti pediatrici con glioma ad alto grado di nuova diagnosi.
I risultati non sono stati paragonabili a quelli di precedenti studi sugli adulti, il che sottolinea l'importanza di eseguire studi specifici sui bambini. ( Xagena2018 )

Grill J et al, J Clin Oncol 2018; 36: 951-958

Onco2018 Neuro2018 Pedia2018 Farma2018


Indietro