Controversies in Genitourinary Tumors 2018
Lung Unit
OncoDermatologia
Tumori testa-collo

Biopsia MRI-mirata o biopsia standard per la diagnosi di tumore alla prostata


La risonanza magnetica multiparametrica ( MRI ), con o senza biopsia mirata, è un'alternativa alla biopsia transrettale guidata da ultrasonografia per il rilevamento del cancro alla prostata in uomini con un aumento del livello di antigene prostatico specifico ( PSA ) che non sono stati sottoposti a biopsia.
Tuttavia, l'evidenza comparativa è limitata.

Uno studio multicentrico, randomizzato e di non-inferiorità ha assegnato gli uomini con un sospetto clinico di cancro alla prostata che non avevano subito una precedente biopsia a sottoporsi a risonanza magnetica, con o senza biopsia mirata, o biopsia guidata da ecografia transrettale standard.

Gli uomini nel gruppo di biopsia MRI-mirata sono stati sottoposti a biopsia mirata ( senza biopsia standard ) se la risonanza magnetica era indicativa di carcinoma alla prostata; gli uomini i cui risultati di risonanza magnetica non erano indicativi di cancro alla prostata non hanno ricevuto la biopsia.

La biopsia standard era una biopsia guidata da ecografia transrettale con 10-12 prelievi di tessuto prostatico.

L'esito primario era la proporzione di uomini che avevano ricevuto una diagnosi di cancro clinicamente significativo
Gli esiti secondari includevano la proporzione di uomini che avevano ricevuto una diagnosi di cancro non clinicamente significativo.

In totale 500 uomini sono stati sottoposti a randomizzazione. Nel gruppo biopsia MRI-mirata, 71 su 252 uomini ( 28% ) presentavano risultati alla risonanza magnetica per immagini che non erano indicativi di cancro alla prostata, quindi non sono stati sottoposti a biopsia.

Un tumore clinicamente significativo è stato rilevato in 95 uomini ( 38% ) nel gruppo biopsia MRI-mirata, rispetto a 64 su 248 ( 26% ) nel gruppo biopsia standard ( differenza aggiustata, 12 punti percentuali; P=0.005 ).

La risonanza magnetica, con o senza biopsia mirata, è risultata non-inferiore alla biopsia standard e l'intervallo di confidenza del 95% ha indicato la superiorità di questa strategia rispetto alla biopsia standard.
Meno uomini nel gruppo di biopsia MRI-mirata rispetto al gruppo biopsia standard hanno ricevuto una diagnosi di cancro non clinicamente significativo ( differenza aggiustata, -13 punti percentuali; P minore di 0.001 ).

In conclusione, l'uso della valutazione del rischio con la risonanza magnetica prima della biopsia e della biopsia MRI-mirata è risultato superiore alla biopsia transrettale guidata da ecografia standard negli uomini a rischio clinico di tumore alla prostata che non si erano precedentemente sottoposti a biopsia. ( Xagena2018 )

Kasivisvanathan V et al, N Engl J Med 2018; 378: 1767-1777

Onco2018 Diagno2018 Uro2018



Indietro