Lung Unit
Tumore Uroteliale
Tumore prostata
OncoGeriatria

Chemioradioterapia concomitante postoperatoria versus radioterapia postoperatoria nel carcinoma cutaneo a cellule squamose ad alto rischio del testa-collo


Sono stati riportati i risultati dello studio di fase III randomizzato del Trans Tasman Radiation Oncology Group progettato per determinare se l'aggiunta di chemioterapia concomitante alla radioterapia ( CRT ) postoperatoria sia in grado di migliorare il controllo locoregionale nei pazienti con carcinoma a cellule squamose cutanee ad alto rischio di testa e collo.

L'obiettivo principale era determinare se vi fosse una differenza di libertà dalla recidiva locoregionale ( FFLRR ) tra 60 o 66 Gy ( da 6 a 6.5 ​​settimane ) con o senza Carboplatino settimanale ( area sotto la curva 2 ) dopo resezione della malattia grave.
L’obiettivo secondario di efficacia era di il confronto tra la sopravvivenza libera da malattia e la sopravvivenza globale.

Sono stati assegnati in modo casuale 321 pazienti, con 310 pazienti che hanno iniziato il trattamento assegnato ( radioterapia [ RT ] da sola, n=157; chemioradioterapia [ CRT ], n=153 ).

238 pazienti ( 77% ) presentavano malattia linfonodale ad alto rischio, 59 ( 19% ) presentavano malattia primaria o a distanza ad alto rischio e 13 ( 4% ) avevano entrambi.

Il follow-up mediano era di 60 mesi.

La dose mediana di radioterapia era di 60 Gy, con l'84% dei pazienti assegnati in modo casuale a chemioradioterapia che hanno completato 6 cicli di Carboplatino.

I tassi di FFLRR a 2 e 5 anni sono stati, rispettivamente, 88% e 83%, per radioterapia e 89% e 87% ( hazard ratio, HR=0.84, P=0.58 ) per chemioradioterapia.

Non ci sono state differenze significative nella sopravvivenza libera da malattia o globale.

Il fallimento locoregionale è risultato essere il sito più comune di fallimento del primo trattamento, con metastasi isolate distanti come primo sito di fallimento riscontrato nel 7% di entrambi i bracci di trattamento.

Il trattamento è risultato ben tollerato in entrambi i bracci, senza aumento della tossicità osservata nel gruppo radioterapia e Carboplatino.
Le tossicità tardive di grado 3 o 4 non sono state frequenti.

In conclusione, sebbene la chirurgia e la radioterapia postoperatoria abbiano fornito una eccellente libertà dalla recidiva locoregionale, non è stato osservato alcun beneficio con l'aggiunta di Carboplatino settimanale. ( Xagena2018 )

Porceddu SV et al, J Clin Oncol 2018; 36: 1275-1283

Onco2018 Dermo2018 Farma2018


Indietro