Novartis
OncoHub
Roche Oncologia
Tumore prostata

Chemioterapia ed esiti di COVID-19 nei pazienti con tumore


La mortalità per Coronavirus-2019 ( COVID-19 ) è più alta nei pazienti con tumore rispetto alla popolazione generale, tuttavia i fattori di rischio associati al cancro per gli esiti avversi di COVID-19 non sono completamente caratterizzati.

Sono state esaminate le caratteristiche cliniche e gli esiti dei pazienti con concomitante tumore e COVID-19 presso il Memorial Sloan Kettering Cancer Center fino al 31 marzo 2020 ( n=309 ) e sono stati osservati gli endpoint clinici fino al 13 aprile 2020.

Si è ipotizzato che la chemioterapia citotossica somministrata entro 35 giorni da una diagnosi di COVID-19 sia associata a un aumentato hazard ratio ( HR ) di COVID-19 in forma grave o critica.
Nelle analisi secondarie, sono state stimate le associazioni tra specifiche variabili cliniche e di laboratorio, e l'incidenza di un evento di COVID-19, forma grave o critica.

La somministrazione di chemioterapia citotossica non è stata significativamente associata a un evento di COVID-19 grave o critica ( HR, 1.10 ).

La neoplasia ematologica è stata associata a una maggiore gravità di COVID-19 ( HR, 1.90 ).

I pazienti con tumore del polmone hanno anche dimostrato tassi più elevati di eventi di COVID-19 grave o critica ( HR, 2.0 ).

La linfopenia alla diagnosi di COVID-19 è stata associata a tassi più elevati di malattia grave o critica ( HR, 2.10 ).

I pazienti con neutropenia al basale 14-90 giorni prima della diagnosi di COVID-19 hanno avuto esiti peggiori ( HR, 4.20 ).

I risultati di queste analisi sono rimasti costanti in un modello multivariabile e in analisi di sensibilità multiple.

Il tasso di eventi avversi è risultato più basso in una popolazione abbinata temporalmente di pazienti affetti da tumore senza COVID-19.

Un recente trattamento chemioterapico citotossico non è stato associato a esiti avversi in persone affette da COVID-19.
I pazienti con neoplasie ematologiche o polmonari attive, linfopenia peri-COVID-19 o neutropenia al basale hanno avuto esiti peggiori di COVID-19.
Le interazioni tra terapia antineoplastica, tipo di tumore e COVID-19 sono complesse e richiedono ulteriori indagini. ( Xagena2020 )

Jee J et al, J Clin Oncol 2020; 38: 3538-3546

Inf2020 Onco2020 Farma2020


Indietro