Gilead Banner
Natera Banner
Bayer Banner
Tumore prostata

Efficacia e sicurezza di Telaglenastat più Cabozantinib rispetto a placebo più Cabozantinib nei pazienti con carcinoma a cellule renali avanzato: studio CANTATA


Il metabolismo disregolato è un segno distintivo del carcinoma a cellule renali ( RCC ). La glutaminasi è un enzima chiave che alimenta la crescita del tumore convertendo la glutammina in glutammato.

Telaglenastat è un inibitore della glutaminasi orale sperimentale, first-in-class, selettivo che blocca l'utilizzo della glutammina e le vie a valle.
In fase preclinica, Telaglenastat è stato sinergizzato con Cabozantinib ( Cabometyx ), un inibitore VEGFR2/MET/AXL, nei modelli di tumore a cellule renali.

Sono state confrontate l'efficacia e la sicurezza di Telaglenastat più Cabozantinib ( Tela + Cabo ) versus placebo più Cabozantinib ( Pbo + Cabo ).
CANTATA era uno studio cardine randomizzato, controllato con placebo, in doppio cieco, condotto presso siti negli Stati Uniti, in Europa, in Australia e in Nuova Zelanda.

I pazienti eleggibili presentavano carcinoma renale metastatico a cellule chiare in seguito a progressione con 1 o 2 precedenti linee di terapia, incluse 1 o più terapie antiangiogeniche o Nivolumab più Ipilimumab.
La data di cut-off dei dati è stata nel 2020.

I pazienti sono stati randomizzati a ricevere Cabozantinib per via orale ( 60 mg al giorno ) con Telaglenastat ( 800 mg due volte al giorno ) oppure placebo fino a progressione della malattia o tossicità inaccettabile.

L'endpoint primario era la sopravvivenza libera da progressione ( criteri di valutazione RECIST versione 1.1 ) valutata mediante revisione radiologica indipendente in cieco.

Sono stati randomizzati in totale 444 pazienti: 221 a Tela + Cabo ( età mediana, 61 anni; 47 donne, 21%, e 174 uomini, 79% ) e 223 a Pbo + Cabo ( età mediana, 62 anni; 68 donne, 30%, e 155 uomini, 70% ).

In totale 276 pazienti ( 62% ) avevano ricevuto in precedenza inibitori del checkpoint immunitario, inclusi 128 con precedente Nivolumab più Ipilimumab, 93 dei quali non avevano ricevuto una precedente terapia antiangiogenica.

La sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) mediana è stata di 9.2 mesi per Tela + Cabo versus 9.3 mesi per Pbo + Cabo ( hazard ratio, HR, 0.94; P=0.65 ).
I tassi di risposta complessivi ( ORR ) sono stati del 31% ( 69 su 221 ) con Tela + Cabo contro il 28% ( 62 su 223 ) con Pbo + Cabo.

I tassi di eventi avversi emergenti dal trattamento sono stati simili tra i bracci. Eventi avversi emergenti dal trattamento di grado da 3 a 4 si sono verificati in 160 pazienti ( 71% ) con Tela + Cabo e 172 pazienti ( 79% ) con Pbo + Cabo, e includevano ipertensione ( 38 pazienti, 17%, vs 40 pazienti, 18% ) e diarrea ( 34 pazienti, 15%, vs 29 pazienti, 13% ).

Cabozantinib è stato interrotto a causa di eventi avversi in 23 pazienti ( 10% ) trattati con Tela + Cabo e 33 pazienti ( 15% ) trattati con Pbo + Cabo.

In questo studio clinico randomizzato, Telaglenastat non ha migliorato l'efficacia di Cabozantinib nel carcinoma a cellule renali metastatico.
La combinazione Telaglenastat più Cabozantibnib è risultata ben tollerata con eventi avversi coerenti con i rischi noti di entrambi gli agenti. ( Xagena2022 )

Tannir NM et al, JAMA Oncol 2022; 8: 1411-1418

Nefro2022 Uro2022 Onco2022 Farma2022



Indietro