Lung Unit
Tumore Uroteliale
OncoPneumologia
Tumore polmone

Lesioni della struttura cardiaca dopo radioterapia per il cancro alla mammella


L'irradiazione cardiaca accidentale può causare lesioni cardiache, ma si sa poco sull'effetto della radiazione su specifici segmenti cardiaci.

Per 456 donne che hanno ricevuto la radioterapia per carcinoma al seno tra il 1958 e il 2001 e poi hanno subito un evento coronarico maggiore, sono state ottenute informazioni sul regime radioterapico ricevuto e sulla posizione del danno cardiaco.

Per 414 donne, tutte con localizzazione documentata di danno ventricolare sinistro, sono state stimate dosi fino a 5 segmenti del ventricolo sinistro.
Per 133 donne, tutte con localizzazione documentata di malattia coronarica con il 70% o più di stenosi, sono state stimate le dosi a 6 segmenti di arteria coronarica.
Per ogni segmento sono stati confrontati i numeri delle donne con tumore mammario destro e sinistro.

Tra le donne con lesione del ventricolo sinistro, 243 avevano tumore mammario sinistro e 171 avevano tumore mammario destro ( rapporto sinistra vs destra, 1.42 ), riflettendo le più alte tipiche dosi di radiazioni del ventricolo sinistro nel tumore alla parte sinistra ( dose media sinistra, 8.3 Gy, dose media lato destro, 0.6 Gy; differenza dose sinistra meno destra, 7.7 Gy ).

Per i singoli segmenti del ventricolo sinistro, i rapporti delle donne sottoposte a radioterapia del lato sinistro verso destro sono stati i seguenti: inferiore, 0.94; laterale, 1.42; settale, 2.09; anteriore, 1.85; dell’apice, 4.64; le corrispondenti differenze di dose sinistra meno destra per questi segmenti sono state 2.7, 4.9, 7.2, 10.4 e 21.6 Gy, rispettivamente ( P per tendenza minore di 0.001 ).

Per le donne con malattia coronarica, i rapporti delle donne sottoposte a radioterapia sinistra versus destra per i singoli segmenti dell'arteria coronarica sono stati i seguenti: arteria coronarica destra prossimale, 0.48; arteria coronarica destra mediana o distale, 1.69; arteria circonflessa prossimale, 1.46; arteria circonflessa distale, 1.11; arteria discendente anteriore prossimale sinistra, 1.89; arteria discendente anteriore mediana o distale sinistra, 2.33; le corrispondenti differenze di dose sinistra meno destra per questi segmenti sono state -5.0, -2.5, 1.6, 3.5, 9.5 e 38.8 Gy ( P per tendenza=0.002 ).

In conclusione, per i singoli segmenti del ventricolo sinistro e dell'arteria coronaria, dosi di radiazioni più elevate sono state fortemente associate a lesioni più frequenti, suggerendo che tutti i segmenti sono sensibili alle radiazioni e che le dosi a tutti i segmenti dovrebbero essere ridotte al minimo. ( Xagena2018 )

Taylor C et al, J Clin Oncol 2018; 36: 2288-2296

Onco2018 Cardio2018



Indietro