Lung Unit
Tumore Uroteliale
Tumore Mammella
OncoPneumologia

Medulloblastoma desmoplastico non-metastatico nei bambini di età inferiore ai 4 anni: un rapporto del Children’s Oncology Group


Il medulloblastoma nodulare desmoplastico ( ND ) e il medulloblastoma con nodularità estesa ( MBEN ) sono stati associati a un esito più favorevole nei bambini più piccoli.
Tuttavia, la neurotossicità correlata al trattamento rimane una preoccupazione significativa in questo gruppo vulnerabile di pazienti.

ACNS1221 era uno studio prospettico a braccio singolo di chemioterapia convenzionale per medulloblastoma ND e medulloblastoma MBEN non-metastatici basato su un regime HIT SKK 2000 modificato con esclusione del Metotrexato intraventricolare, con l'obiettivo di ottenere esiti simili ( sopravvivenza libera da progressione [ PFS ] a 2 anni maggiore o uguale al 90% ) con riduzione della neurotossicità correlata al trattamento.
Gli obiettivi secondari includevano la fattibilità della revisione patologica centrale tempestiva e la valutazione del profilo molecolare del tumore.

Sono stati arruolati 25 pazienti idonei ( 15 maschi e 10 femmine; età media, 18.7 mesi ). 18 pazienti avevano istologia di medulloblastoma ND e 7 di medulloblastoma MBEN.
3 pazienti avevano malattia residua al basale.

Lo studio si è chiuso precocemente a causa di un tasso di recidiva superiore al previsto.

12 pazienti hanno avuto una ricaduta: locale ( n=6 ), distante ( n=3 ) e combinata ( n=3 ), a una mediana di 9.8 mesi dalla diagnosi e 2 pazienti sono deceduti per la malattia.

La sopravvivenza PFS a 2 anni e i tassi di sopravvivenza globale ( OS ) sono stati rispettivamente del 52% e del 92%.
I pazienti di età superiore ai 12 mesi ( P=0.036 ) e istologia ND ( P=0.005 ) sono stati associati a sopravvivenza PFS peggiore.

Nessun paziente con istologia MBEN ha avuto una recidiva.

Tutti i campioni di tumore sono stati raggruppati nel gruppo Sonic HedgeHog ( SHH ). L'analisi di metilazione ha delineato 2 sottogruppi, SHH-I e SHH-II, associati a tassi di sopravvivenza PFS a 2 anni, rispettivamente, del 30.0% e del 66.7% ( P=0.099 ).

Il regime modificato proposto di chemioterapia sistemica convenzionale senza iniezione seriale di Metotrexato intraventricolare non è riuscito a raggiungere la sopravvivenza libera da progressione target a 2 anni del 90%.
Con questa coorte è stata confermata prospetticamente l'esistenza di due sottogruppi di SHH ed è stata osservata una tendenza verso esiti peggiori per i pazienti SHH-I. ( Xagena2020 )

Lafay-Cousin L et al, J Clin Oncol 2020; 38: 223-231

Onco2020 Pedia2020 Farma2020


Indietro