Oncologia Morabito
Janssen Oncology
Novartis
OncoHub

Osimertinib nel tumore del polmone non-a-piccole cellule pretrattato T790M-positivo avanzato


Osimertinib ( Tagrisso ) è un inibitore irreversibile della tirosin-chinasi ( TKI ) del fattore di crescita dell'epidermide ( EGFR ), selettivo per le mutazioni sensibilizzanti dell'EGFR ( EGFRm ) e di resistenza T790M. 

Lo studio AURA è uno studio clinico di fase I/II disegnato per determinare la dose, la sicurezza e l'efficacia di Osimertinib.
Sono stati riportati i risultati della estensione di fase II.

I pazienti con cancro polmonare non-a-piccole cellule ( NSCLC ) avanzato, EGFRm-positivo e T790M-positivo, pretrattato con inibitori della tirosin-chinasi di EGFR ( EGFR-TKI ) hanno ricevuto Osimertinib 80 mg una volta al giorno. 
Lo stato di T790M è stato confermato da un test da un campione tumorale ricavato dopo la più recente progressione della malattia.

I pazienti con metastasi cerebrali, stabili e asintomatiche, che non richiedevano corticosteroidi sono stati arruolati nello studio. 

L'endpoint primario era il tasso di risposta obiettiva ( ORR ) ottenuto mediante valutazione radiologica indipendente. 
Gli endpoint secondari erano il tasso di controllo della malattia, durata della risposta, sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) e sicurezza. 
I risultati riferiti dai pazienti costituivano un obiettivo esplorativo.

In totale, sono stati trattati 201 pazienti, con una durata media del trattamento di 13.2 mesi al momento del cutoff dei dati. 

Nei pazienti valutabili ( n=198 ), il tasso di risposta obiettiva è stato del 62% e il tasso di controllo della malattia è stato del 90%.
La durata mediana della risposta in 122 pazienti che hanno risposto è stata di 15.2 mesi.

La sopravvivenza mediana libera da progressione è stata di 12.3 mesi. 

Gli eventi avversi più comuni possibilmente correlati causalmente sono stati: diarrea ( 43%; di grado uguale o superiore a 3, inferiore a 1% ) e rash ( termini raggruppati; 40%; grado uguale o superiore a 3, inferiore a 1% ).
Malattia polmonare interstiziale ( termini aggregati ) è stata riportata in 8 pazienti ( 4%; grado 1, n=2; grado 3, n=3; grado 5, n=3 ).

In conclusione, nei pazienti con tumore NSCLC avanzato con mutazione sensibilizzante di EGFR e mutazione di resistenza T790M con progressione dopo il trattamento con inibitori della tirosin-chinasi di EGFR, Osimertinib ha prodotto un alto tasso di risposta, una incoraggiante sopravvivenza libera da progressione, e una risposta di lunga durata. ( Xagena2017 )

Yang JCH et al, J Clin Oncol 2017; 35: 1288-1296

Onco2017 Pneumo2017 Farma2017


Indietro