Roche Oncologia
Cortinovis SCLC 2021
Oncologia Morabito
Tumore prostata

Pembrolizumab o placebo più Etoposide e Platino come terapia di prima linea per il tumore del polmone a piccole cellule in stadio esteso: studio KEYNOTE-604


La monoterapia con Pembrolizumab ( Keytruda ) ha mostrato attività antitumorale in pazienti con carcinoma polmonare a piccole cellule ( SCLC ).
Lo studio KEYNOTE-604 randomizzato, in doppio cieco, di fase III ha confrontato Pembrolizumab più Etoposide e Platino ( EP ) con placebo più Etoposide e Platino per pazienti con tumore SCLC in stadio esteso ( ES ) precedentemente non-trattato.

I pazienti idonei sono stati assegnati in modo casuale a Pembrolizumab 200 mg una volta ogni 3 settimane o a placebo per un massimo di 35 cicli più 4 cicli di Etoposide e Platino.

Gli endpoint primari erano la sopravvivenza libera da progressione ( PFS; criteri RECIST versione 1.1, revisione centrale in cieco ) e la sopravvivenza globale ( OS ) nella popolazione intent-to-treat ( ITT ).
Il tasso di risposta obiettiva ( ORR ) e la durata della risposta erano endpoint secondari.

Dei 453 partecipanti, 228 sono stati assegnati in modo casuale a Pembrolizumab più Etoposide e Platino e 225 a placebo più Etoposide e Platino.

Pembrolizumab più Etoposide e Platino ha migliorato significativamente la sopravvivenza PFS ( hazard ratio, HR=0.75; P=0.0023 ).
Le stime di sopravvivenza PFS a 12 mesi sono state del 13.6% con Pembrolizumab più Etoposide e Platino e del 3.1% con placebo più Etoposide e Platino.

Sebbene Pembrolizumab più Etoposide e Platino abbia prolungato la sopravvivenza OS, la soglia di significatività non è stata raggiunta ( HR=0.80; P=0.0164 ).
Le stime di sopravvivenza OS a 24 mesi sono state rispettivamente del 22.5% e dell'11.2%.

Il tasso di risposta obiettiva è stato del 70.6% nel gruppo Pembrolizumab più Etoposide e Platino e del 61.8% nel gruppo placebo più Etoposide e Platino; la percentuale stimata di responder rimasti con una risposta a 12 mesi è stata rispettivamente del 19.3% e del 3.3%.

Nei gruppi Pembrolizumab più Etoposide e Platino e placebo più Etoposide e Platino, rispettivamente, gli eventi avversi per qualsiasi causa sono stati di grado 3-4 nel 76.7% e 74.9% dei pazienti, di grado 5 nel 6.3% e 5.4%, e hanno portato alla sospensione di qualsiasi farmaco nel 14.8% e nel 6.3%.

Pembrolizumab più Etoposide e Platino ha migliorato significativamente la sopravvivenza libera da eventi rispetto al placebo più Etoposide e Platino come terapia di prima linea per i pazienti con carcinoma del polmone a piccole cellule in stadio esteso.
Non sono state osservate tossicità inattese con Pembrolizumab più Etoposide e Platino.
Questi dati confermano il vantaggio di Pembrolizumab nel tumore ES-SCLC. ( Xagena2020 )

Rudin CM et al, J Clin Oncol 2020; 38: 2369-2379

Pneumo2020 Onco2020 Farma2020


Indietro