Lung Unit
Tumore Uroteliale
Tumore rene
OncoGinecologia

Radiazioni più Procarbazina, CCNU e Vincristina nel glioma di basso grado


I gliomi di grado 2 si verificano più comunemente nei giovani adulti e causano un progressivo deterioramento neurologico e morte prematura.
I primi risultati di questo studio hanno mostrato che il trattamento con Procarbazina, Lomustina ( chiamata anche CCNU ), e Vincristina dopo la radioterapia al momento della diagnosi iniziale ha comportato una maggiore sopravvivenza libera da progressione, ma non sopravvivenza globale, rispetto alla sola radioterapia.

Sono stati riportati i risultati a lungo termine.

Sono stati inclusi pazienti con astrocitoma di grado 2, oligoastrocitomi, o oligodendroglioma di età inferiore a 40 anni che avevano subito una resezione subtotale o biopsia o che avevano 40 anni di età o erano più anziani e avevano subito la biopsia o la resezione di qualsiasi tumore.
I pazienti sono stati stratificati in base a età, reperti istologici, punteggio Karnofsky di performance status, e presenza o assenza di aumento del contrasto sulle immagini preoperatorie.
I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a radioterapia da sola o a radioterapia seguita da sei cicli di chemioterapia di combinazione.

In totale 251 pazienti eleggibili sono stati arruolati dal 1998 al 2002.

Il follow-up mediano è stato di 11.9 anni; il 55% dei pazienti è morto.

I pazienti che hanno ricevuto radioterapia e chemioterapia hanno mostrato una sopravvivenza globale mediana più lunga rispetto a quelli che hanno ricevuto la sola radioterapia ( 13.3 vs 7.8 anni; hazard ratio per la morte, HR=0.59; P=0.003 ).

Il tasso di sopravvivenza libera da progressione a 10 anni è stato del 51% nel gruppo che ha ricevuto radioterapia e chemioterapia rispetto al 21% nel gruppo che ha ricevuto la radioterapia da sola; i tassi corrispondenti di sopravvivenza globale a 10 anni sono stati 60% e 40%.

La radioterapia più la chemioterapia e i reperti istologici di oligodendroglioma sono stati identificati come variabili prognostiche favorevoli per la sopravvivenza libera da progressione e globale.

In una coorte di pazienti con glioma di grado 2 di età inferiore a 40 anni sottoposti a resezione del tumore subtotale o di 40 anni di età o più anziani, la sopravvivenza libera da progressione e la sopravvivenza globale sono state più lunghe tra coloro che hanno ricevuto chemioterapia di combinazione in aggiunta alla radioterapia che tra coloro che hanno ricevuto la sola radioterapia. ( Xagena2016 )

Buckner JC et al, N Engl J Med 2016; 374: 1344-1355

Neuro2016 Onco2016 Farma2016


Indietro