Eisai Banner
Natera Banner
Gilead Banner
Bayer Banner

Sopravvivenza condizionale dei pazienti con tumori metastatici delle cellule germinali del testicolo trattati con terapia di prima linea


I criteri IGCCCG ( International Germ Cell Cancer Collaborative Group ) pronosticano i risultati di sopravvivenza nel tumore del testicolo a cellule germinali metastatico ( MT-GCT ), ma non è chiaro come il rischio iniziale cambi nel tempo per coloro che sono sopravvissuti dopo il trattamento curativo.

Sono stati valutati i pazienti idonei per la terapia di prima linea per il carcinoma del testicolo a cellule germinali metastatico presso 5 Centri oncologici nel periodo 1990-2012 per la sopravvivenza condizionale globale ( COS ) a 2 anni e la sopravvivenza condizionale libera da malattia ( CDFS ), definite, rispettivamente, come la probabilità di sopravvivere, o la probabilità di sopravvivere e di essere liberi dalla malattia, per ulteriori 2 anni in un dato momento di tempo dalla diagnosi iniziale.

Per tutti i pazienti ( n=942 ), la sopravvivenza condizionale globale a 2 anni è aumentata dal 92% a 0 mesi al 98%, e la sopravvivenza condizionale libera da malattia a 2 anni è aumentata dall’83% al basale al 98% a 24 mesi dopo la diagnosi.

La sopravvivenza condizionale globale a 2 anni è migliorata del 2% ( 97% a 0 mesi, 99% a 24 mesi ) nel gruppo IGCCCG a rischio favorevole, del 5% ( 94% a 0 mesi, 99% a 24 mesi ) nel gruppo a rischio intermedio, e del 22% ( 71% a 0 mesi, 93% a 24 mesi ) nel gruppo ad alto rischio.

La sopravvivenza condizionale libera da malattia a 2 anni è migliorata in modo significativo a 12 mesi per ogni gruppo di rischio ( favorevole, 91% al basale vs 95% a 12 mesi; intermedio, 84% vs 95%; alto 55% vs 85% ).

La stratificazione del rischio basale secondo i criteri IGCCCG non è risultata associata a sopravvivenza condizionale globale o sopravvivenza condizionale libera da malattia a lungo termine per i pazienti che sono sopravvissuti per più di 2 anni post-terapia.

Non sono state notate differenze significative di sopravvivenza condizionale globale e sopravvivenza condizionale libera da malattia tra seminoma e non-seminoma; i pazienti di 40 anni o età superiore presentavano sopravvivenza condizionale globale a 2 anni inferiore da 0 a 12 mesi, ma non sono emerse differenze a 18 mesi.

In conclusione, i dati hanno indicato che il concetto di sopravvivenza condizionale si applica a pazienti con tumore del testicolo a cellule germinali metastatico, trattati con la terapia curativa.
I pazienti con tumore del testicolo a cellule germinali metastatico che sono sopravvissuti e sono rimasti liberi da malattia per più di 2 anni dalla diagnosi hanno avuto ottime possibilità di rimanere in vita e liberi dalla malattia negli anni successivi supplementari, indipendentemente dalla iniziale stratificazione IGCCCG dei rischi. ( Xagena2016 )

Ko JJ et al, J Clin Oncol 2016; 34: 714-720

Onco2016 Uro2016



Indietro