Oncologia Morabito
Roche Oncologia
Cortinovis SCLC 2021
Tumore prostata

Sopravvivenza libera da malattia dopo la completa escissione del mesocolon rispetto alla chirurgia del cancro del colon convenzionale


È stata proposta l’applicazione dei principi di escissione totale del mesocolon per il cancro del colon con completa escissione mesocolica ( CME ) per migliorare i risultati oncologici.
Uno studio ha verificato se l'attuazione della escissione mesocolica sia in grado di migliorare la sopravvivenza libera da malattia rispetto alla resezione del colon convenzionale.

I dati di tutti i pazienti sottoposti a resezione elettiva degli adenocarcinomi del colon in stadio I-III secondo la classificazione UICC ( Union for International Cancer Control ) in Danimarca nel periodo 2008-2011 sono stati recuperati per questo studio basato sulla popolazione.

Il gruppo escissione mesocolica era costituito da pazienti sottoposti a chirurgia di escissione del mesocolon in un Centro abilitato ad effettuare tale intervento chirurgico.
Il gruppo di controllo era costituito da pazienti sottoposti a resezione convenzionale del colon in altri 3 ospedali.
I dati sono stati raccolti dalla banca dati danese Colorectal Cancer Group ( DCCG ) e dalle cartelle cliniche.

I pazienti sono stati esclusi se avevano malattia di stadio IV, cancro del colon-retto metacrono, cancro del retto ( 15 cm o meno dal margine anale ), in assenza di adenocarcinoma del colon sincrono, tumore della appendice, o resezioni R2.

I dati di sopravvivenza sono stati raccolti nel 2014 dal database DCCG.

Il gruppo escissione del mesocolon consisteva di 364 pazienti e il gruppo non-escissione consisteva di 1.031 pazienti.

Per tutti i pazienti, la sopravvivenza libera da malattia a 4 anni è stata dell’85.8% dopo escissione e del 75.9% dopo l'intervento chirurgico non-escissione del mesocolon ( log-rank P=0.0010 ).

La sopravvivenza libera da malattia a 4 anni per i pazienti con stadio di malattia UICC I nel gruppo escissione del mesocolon è stata del 100% contro l’89.8% nel gruppo non-escissione del mesocolon ( log-rank P=0.046 ).

Per i pazienti con malattia in stadio UICC II, la sopravvivenza libera da malattia a 4 anni è stata del 91.9% nel gruppo escissione del mesocolon rispetto al 77.9% nel gruppo non- escissione del mesocolon ( log-rank P=0.0033 ) e per i pazienti con malattia in stadio UICC III è stata del 73.5% nel gruppo escissione del mesocolon rispetto al 67.5% nel gruppo non- escissione ( log-rank P=0.13 ).

La regressione di Cox multivariata ha mostrato che la chirurgia di escissione del mesocolon rappresentava un significativo fattore predittivo indipendente per una sopravvivenza libera da malattia più elevata per tutti i pazienti ( hazard ratio, HR=0.59 ) e anche per i pazienti con stadio di malattia UICC II ( HR=0.44 ) e stadio UICC III ( HR=0.64 ).

Dopo abbinamento per punteggio di propensione, la sopravvivenza libera da malattia è stata significativamente più alta dopo escissione del mesocolon, a prescindere dalla fase UICC, con sopravvivenza libera da malattia a 4 anni pari a 85.8% dopo escissione e del 73.4% dopo non-escissione ( log-rank P=0.0014 ).

I dati hanno indicato che la chirurgia di escissione del mesocolon è associata a una migliore sopravvivenza libera da malattia di quanto non sia la resezione convenzionale del cancro del colon per i pazienti con adenocarcinoma del colon in stadio I-III.
L’attuazione della chirurgia di escissione del mesocolon potrebbe migliorare i risultati per i pazienti con tumore del colon. ( Xagena2015 )

Bertelsen CA et al, Lancet 2015;16:161-168

Onco2015 Gastro2015 Chiru2105



Indietro