Lung Unit
Tumore Uroteliale
ForumOncologico
Tumore prostata

Validità del parere medico secondo cui i pazienti devono evitare agenti topici prima dei trattamenti radioterapici giornalieri


La dermatite da radiazioni è comune e spesso trattata con terapia topica. Ai pazienti è generalmente consigliato di evitare gli agenti topici per diverse ore prima della radioterapia giornaliera, per timore che gli agenti topici possano aumentare la dose di radiazioni sulla pelle.
Con le moderne proprietà migliorate della radioterapia per risparmiare la cute, questa raccomandazione potrebbe essere irrilevante.

Si è valutato se applicare agenti topici metallici o non-metallici prima del trattamento con radiazioni alteri la dose cutanea.

È stato condotto un sondaggio di 24 domande a pazienti e medici nel periodo 2015-2017, per determinare le pratiche correnti relative all'uso terapeutico topico.

Negli studi preclinici, l'effetto dosimetrico degli agenti topici è stato valutato distribuendo 200 unità di monitoraggio e misurando la dose in superficie e a 2 cm di profondità in un modello tessuto-equivalente con o senza due comuni agenti topici: un unguento a base di petrolio ( Aquaphor, petrolato 41% ) e Sulfadiazina argentica in crema 1% [ Sofargen ].

Sono state valutate le dosi cutanee associate a varie energie di fotoni ed elettroni, lo spessore dell'agente topico e l'incidenza del fascio.
Si è anche valutato se gli agenti topici alterassero la dose cutanea nei topi 24 C57BL/6 utilizzando la colorazione a immunofluorescenza con fosforilazione dell’istone ( gamma-H2AX ) e il test TUNEL di marcatura della deossinucleotidil-transferasi terminale dUTP.

Gli esiti principali erano le risposte al sondaggio di pazienti e medici; le letture della dose di radiazioni superficiali in modelli tessuto-equivalenti; e l’intensità di gamma-H2AX e TUNEL misurata nel modello murino.

I 133 pazienti intervistati hanno ricevuto radioterapia per tumore e avevano un'età media di 60 anni; 117 ( 87.9% ) erano donne.
108 medici hanno completato il sondaggio con 105 che hanno segnalato di essere stati coinvolti nella gestione della cura della cute del paziente durante radioterapia.
111 ( 83.4% ) pazienti e 96 ( 91.4% ) dei 105 medici hanno ricevuto o hanno dato il consiglio di evitare l'applicazione di agenti topici prima dei trattamenti radioterapici.

Le misurazioni dosimetriche non hanno mostrato differenze nella dose erogata su una superficie o a una profondità di 2 cm con o senza un'applicazione da 1 a 2 mm di un agente topico quando sono stati utilizzati fotoni a 6 o 15 megavolt ( MV ).

La stessa applicazione di agenti topici non ha modificato la dose di superficie in funzione dell'angolo di incidenza del fascio da 15° a 60°, tranne per un aumento del 6% a 60° con la crema a base di Sulfadiazina argentica.
La dose di superficie per fasci di 6 MV e 15 MV è significativamente aumentata con una applicazione topica più spessa ( 3 mm o superiore ).

Per 6 MV, la dose di superficie era di 1.05 Gy con uno spesso strato di unguento a base di Petrolio e 1.02 Gy per la crema di Sulfadiazina argentica rispetto a 0.88 Gy senza agenti topici.

Per 15 MV, le dosi erano di 0.70 Gy per uno spesso strato di unguento a base di petrolio e 0.60 Gy per la crema di Sulfadiazina argentica rispetto a 0.52 Gy per i controlli.

Con elettroni 6-MeV e 9-MeV, c'è stato un aumento dal 2% al 5% della dose di superficie con l'uso degli agenti topici.

Non ci sono state differenze di dosaggio a 2 cm di profondità.

La cute irradiata nei topi non ha mostrato differenze nei foci gamma-H2AX-positivi o nella colorazione TUNEL con o senza agenti topici di spessore variabile.

Gli agenti topici applicati in strato sottile o moderato, anche se applicati appena prima della radioterapia, possono avere una influenza minima sulla dose cutanea indipendentemente dall'energia del fascio o dall'incidenza del fascio.
I risultati di questo studio suggeriscono che l'applicazione di quantità molto spesse di un agente topico prima della radioterapia possa aumentare la dose di superficie e deve quindi essere evitata. ( Xagena2018 )

Baumann BC et al, JAMA Oncol 2018; 4: 1742-1748

Onco2018 Farma2018


Indietro